Tags: Blockchain

Parlare dei vantaggi della blockchain per le aziende significa addentrarsi in un mondo che è tanto vasto quanto affascinante, ma soprattutto in rapidissimo divenire. Qualche dato di contesto può introdurre il discorso: se il mercato globale delle soluzioni blockchain è stato di 1,2 miliardi di dollari nel 2018, gli analisti prevedono un tasso annuo di crescita superiore all’80% dal 2018 al 2023, quando il suo valore avrà presumibilmente raggiunto i 23,3 miliardi di dollari (fonte: MarketsandMarkets). Questo dato è sufficiente a spiegare almeno un paio di cose: innanzitutto, perché di blockchain si parli con sempre maggiore insistenza e poi perché le aziende – quanto meno quelle più innovative – si stiano già preparando, tra sperimentazioni, concept e implementazioni concrete, a rivoluzionare il proprio modo di fare business tramite la blockchain. Perché non bisogna dimenticare che la blockchain non è una tecnologia che va ‘integrata’ nella propria organizzazione per lavorare meglio, più rapidamente e con costi minori, bensì un nuovo paradigma, un nuovo modo di concepire il business, i suoi modelli e i processi con cui viene posto in essere.

A questo punto della storia della blockchain, che si situa tra l’infanzia e l’adolescenza, le aziende iniziano ad essere consapevoli dei vantaggi competitivi che otterrebbero dal suo impiego: il passo è importante, poiché si tratterebbe si sostituire le modalità con cui si è sempre sviluppato il business con un approccio nuovo il cui minimo comun denominatore, il basamento stabile, è proprio la blockchain. I benefici sarebbero altrettanto importanti: un livello di efficienza mai vista, trasparenza nei rapporti interni e con i soggetti esterni, eliminazione degli intermediari e molto altro per quella che si preannuncia, a tutti gli effetti, una rivoluzione. Oltretutto, una rivoluzione che coinvolge quasi tutti i settori: secondo i dati dell’Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger del Politecnico di Milano, nel 2018 il settore finanziario è stato il più attivo (48% del totale) nonostante un forte declino rispetto al passato, mentre in crescita si segnalano le Pubbliche Amministrazioni (10%), seguite dagli operatori logistici (8%), dalle aziende dell’agroalimentare (5%), media (5%) e le utility (4%).

 

Vantaggi della blockchain: perché implementarla

I vantaggi che la blockchain può dare alle aziende derivano dalla sua capacità di sostituire modelli centralizzati di gestione del business con altri basati sui concetti di decentralizzazione e partecipazione. Questo riassume non solo la portata innovativa della tecnologia, ma anche il suo valore disruptive nei confronti dei modelli tradizionali, del modo in cui oggi le aziende sviluppano in concreto le proprie attività.

Com’è noto, infatti, la blockchain si sostanzia in un registro di transazioni che viene condiviso da tutti i partecipanti della rete (nodi) secondo un modello peer-to-peer e i cui meccanismi di funzionamento, tra cui l’assoluta sicurezza e l’immutabilità del dato – fanno sì che le parti si affidino (trust) al sistema senza bisogno di soggetti garanti. Sta poi alle aziende declinare questo cambio di paradigma all’interno del proprio business, generando use case di riferimento e, soprattutto, valore concreto. Nonostante questo processo sia in continuo divenire, alcuni benefici che la blockchain può fornire alle aziende sono già certi e definiti.

 

  • Migliore tracciabilità

Migliorare la tracciabilità, ovvero quel processo che “tiene traccia” di tutte le fasi di realizzazione di un prodotto, dalla provenienza degli elementi che lo compongono alle fasi di trasformazione, è uno dei principali vantaggi della blockchain. Nonostante il pensiero vada immediatamente all’agroalimentare, in realtà il fenomeno è molto più vasto poiché si adatta a tutte le aziende il cui modello è basato su estese supply chain difficilmente monitorabili e gestibili. L’utilizzo di una rete blockchain da parte di tutti gli attori della rete permette di avere un quadro completo e dettagliato dello stato del prodotto, l’origine, le modifiche, i passaggi, da dove derivano certi componenti ecc, evidenziando anche eventuali colli di bottiglia o tentativi di frode.

 

  • Prodotti di maggiore qualità

È una conseguenza diretta di quanto sopra. La tecnologia blockchain permette, grazie alla migliore tracciabilità e trasparenza dei processi, di realizzare prodotti migliori, che durano di più e con minor difettosità.

 

  • Più efficienza e trasparenza

Un altro dei vantaggi della blockchain è la capacità di imprimere velocità ed efficienza ai processi dell’azienda. Tornando all’esempio delle supply chain molto estese, la blockchain può semplificare (di molto) la gestione dell’intricato volume di transazioni che si verificano quotidianamente al suo interno: passare da modelli centralizzati a un unico registro distribuito a tutti i partecipanti della rete offre, tra i vantaggi, l’assenza di intermediari, la massima trasparenza - poiché tutti hanno accesso alle stesse informazioni -, l’abbattimento delle possibilità di errore legate a processi manuali e l’azzeramento dei tempi da dedicare alla riconciliazione dei dati tra registri diversi.  

 

  • Sicurezza dei dati

In tutti i settori, la sicurezza dei dati è un elemento cardine del business. Motivo per cui un numero sempre maggiore di aziende guarda alla tecnologia blockchain con interesse: la crittografia, il meccanismo del consenso, la connessione tra i blocchi ma soprattutto la distribuzione del registro su tutta la rete, permettono alla blockchain di offrire un elevato livello di sicurezza dei dati, di “immutabilità del dato”, di affidabilità e resistenza nei confronti di eventuali tentativi di compromissione. Non è un caso che il mercato dei servizi finanziari sia sempre molto attento alle evoluzioni della tecnologia blockchain.

 

  • Riduzione dei costi, assenza di intermediari

Tra i numerosi vantaggi della blockchain, le aziende dovrebbero soffermarsi sulla riduzione dei costi. Blockchain agisce sui costi in diversi modi, ma soprattutto azzerando la necessità di intermediari e di garanti in tutti i processi che la vedono coinvolta. Oltretutto, questo è un aspetto fondamentale della tecnologia blockchain, espresso in tutto il suo potenziale fin dagli albori della rete Bitcoin. La blockchain, infatti, permette transazioni sicure e affidabili tra soggetti non legati da vincoli di fiducia e senza bisogno di soggetti esterni che fungano da garanti.