Tags: 5G Predictive maintenance Smart city

Il 5G sta facendo diventare realtà l’idea della smart city, la città intelligente che interagisce al suo interno e con il mondo che la circonda, grazie alle informazioni fornite dalle persone che vi risiedono e grazie ai dati raccolti dai sensori su strade, veicoli, edifici e molto altro ancora.

La città intelligente incrementa la qualità della vita di chiunque vi abiti e vi si muova: residenti, pendolari o turisti. Sono le reti 5G a rendere pervasivo questo miglioramento, abilitando un'intera nuova generazione di piattaforme e servizi, dallo Smart Living e Smart Healthcare alle Infrastrutture, reti e costruzioni intelligenti, dalla sicurezza del cittadino e della comunità all’inclusione sociale e lavorativa. Ma non finisce qui: esempi di miglioramento sono anche efficientamento energetico e sostenibilità ambientale, mobilità intelligente e sostenibile, valorizzazione del patrimonio culturale e turistico senza dimenticare Smart Goverment, Big Data e Urban Analytics.

Città più connesse, città più intelligenti

Vediamo sempre più spesso le attuali reti 4G arrancare sotto il peso di richieste massive di connettività; ne ha fatto esperienza concreta chiunque abbia provato a pubblicare un aggiornamento sui social media in mobilità da un luogo affollato, come uno stadio durante un concerto o un evento sportivo.

Il 5G porta invece un notevole aumento della capacità della rete, e quindi connettività molto maggiore, più veloce, e una maggiore intelligenza nelle nostre case, uffici e città. In particolare, l'Internet of Things (IoT), che connette miliardi di oggetti intelligenti, sta ottenendo un forte impulso dal 5G, che consente la raccolta di enormi quantità di dati attraverso l'uso di una fitta rete interconnessa di dispositivi e sensori.

In sintesi, la capacità di utilizzare l'enorme quantità di sensori necessari per le città intelligenti richiede una connettività di rete molto rapida e sicura. Il 5G offrirà la possibilità di connettere molti più dispositivi rispetto alle tecnologie precedenti, costituendo la base per reti small cell, composte da un numero estremamente alto di celle di dimensioni molto piccole, che servono da spina dorsale per l'infrastruttura wireless estremamente interconnessa necessaria in una città intelligente.

In altre parole, i vantaggi della connettività mobile, portati dal 5G, rendono più fluida e rapida la trasmissione dei dati, consentendo non solo analisi in tempo reale delle informazioni per enti governativi o aziende, ma anche casi d’uso semplici a beneficio dei singoli cittadini, come la possibilità di tracciare dove si trova esattamente il prossimo autobus in arrivo, mentre siamo in attesa alla fermata.

Diminuiscono i consumi, aumentano i servizi

E’ la crescente attenzione per la sostenibilità ambientale e l’inquinamento, per il consumo di risorse energetiche ed idriche, per i cambiamenti economici e tecnologici il fattore principale che negli ultimi decenni ha portato i centri urbani a fronteggiare nuove sfide.

Le città intelligenti stanno facendo grandi progressi nei settori dell'energia e dei servizi pubblici, così come nell’ambito delle diverse infrastrutture critiche, quali quelle delle comunicazioni, dell’energia, della salute, della Pubblica Amministrazione e dei trasporti.

Il monitoraggio delle linee del trasporto pubblico e l’illuminazione intelligente sono due esempi di applicazione dell’analisi delle reali esigenze del cittadino che porta ad una razionalizzazione delle risorse e dei consumi. I Comuni possono fornire servizi aggiuntivi alla cittadinanza e al contempo ridurre i costi operativi.

La raccolta e la gestione di dati di traffico può indirizzare efficacemente le politiche locali di mobilità, soprattutto in situazioni di emergenza, come conseguenza dell’analisi delle «abitudini» dei cittadini. Utilizzando i dati raccolti dai sensori distribuiti su incroci e strade, le città possono individuare dove si verificano ingorghi e rallentamenti e quali sono le aree critiche. La raccolta dei dati lungo archi di tempo prolungati permette di fare anche analisi predittive e pianificare per tempo iniziative correttive in occasione di eventi o manifestazioni previsti in città. Le temporizzazioni dei semafori possono essere modificate per rimodulare i percorsi e flussi di traffico e consentire il passaggio di più veicoli per sezione; il traffico può essere indirizzato verso specifiche corsie di autostrade o tangenziali e reso più scorrevole. Inoltre, i servizi di emergenza possono individuare il percorso migliore da prendere in caso di incidente, oltre a segnare la via del ritorno in ospedale, salvando potenzialmente la vita degli utenti.

Non solamente le città recenti e ultramoderne possono diventare intelligenti; anche i centri storici possono diventare smart e offrire così ai cittadini nuovi servizi per contrastare lo spopolamento in atto a favore dei grandi agglomerati. Il monitoraggio statico e dinamico delle strutture, la manutenzione predittiva, il servizio di early warning possono contribuire alla sicurezza degli edifici e delle infrastrutture viarie (ponti e viadotti). Analizzare e prevedere il comportamento delle strutture, sia nel breve che nel lungo periodo può consentire interventi tempestivi al fine di evitare danneggiamenti e crolli.

I potenziali vantaggi che le città intelligenti promettono sono senza dubbio entusiasmanti e comprendono servizi di varia natura, che spaziano ad esempio dalla sanità alla sicurezza, dal trasporto all’efficientamento energetico. L'avvento della connettività 5G è destinato a dare una spinta alle città intelligenti. Mentre il 5G si diffonde in tutto il mondo e sempre più persone si connettono, il potenziale che offre alle città intelligenti del futuro è davvero infinito.

Exprivia | Italtel - White Paper - Futuro del 5G. Cosa cambia in un mondo sempre più data-driven